UNA LUCE NEL BUIO

UNA LUCE NEL BUIO

| Una luce nel buio

 I FARI DI OLD E NEW POINT LOMA

SAN DIEGO, CALIFORNIA – U.S.A.

di Annamaria “Lilla” Mariotti

 

Il faro chiamato Old Point Loma, è stato costruito nel 1854, uno dei primi otto fari della costa Ovest degli Stati Uniti, ma la sua luce è stata accesa per la prima volta solo il 15 Novembre 1855. Il ritardo era stato provocato dalla lunga attesa, più di un anno,  per  l’arrivo dalla Francia delle lenti di Fresnel di terzo ordine, il meglio che a quel tempo offrisse la tecnologia.

Il faro sembrava trovarsi in un’ottima posizione, su un’ltura a 128 metri sul livello del mare, la sua portata era di 25 miglia e da lassù la sua luce poteva  spaziare sull’Oceano Pacifico per un  lungo tratto.   Come modello per la costruzione erano stati presi i fari del New England, sulla costa orientale degli USA, che ricordavano le prime costruzioni erette dai coloni inglesi che riproponevano lo stile della natia Inghilterra.  I fari della costa Est venivano innalzati al di sopra di coste rocciose, cosa che si dimostrò quasi subito inadatta per la costa del Pacifico, dove  la sua luce era visibile solo in particolari condizioni atmosferiche  perché spesso nuvole basse e banchi di nebbia si addensavano sulle alture e ricoprivano il faro rendendolo inservibile. Restò comunque in servizio per 36 anni, fino al 23 Marzo 1891, quando fu disattivato per essere sostituito da un  nuovo faro dallo stesso nome  costruito  ai piedi della collina, vicino al mare.

Old Point Loma  è costituito da una casa bianca in arenaria, l’alloggio del guardiano, si cui svettava una torre conica alta 14 metri, in mattoni,  sormontata da una lanterna  di ferro verniciata in verde.   Naturalmente durante gli anni di abbandono, a partire dal 1891,  tutta la costruzione è andata in decadimento, ma nel 1913 ci fu una richiesta di poter costruire un monumento all’esploratore e navigatore Spagnolo Juan Rodriguez Cabrillo che il 28 Settembre 1542 era sbarcato nella Baia di San Diego, il primo europeo a mettere piede sulla costa Ovest degli Stati Uniti.

Da quel momento cominciò una nuova vita per il faro, venne istituito il Cabrillo National Monument, che nel 1933 passò sotto la giurisdizione del National Park Service e tutta la zona venne iscritta nel registro delle località storiche.

Il parco aveva il suo fulcro nel faro, che con il tempo è stato accuratamente restaurato, e riportato all’aspetto che aveva al tempo della sua costruzione,  erano anche stati recuperati molti dei mobili originali così é diventato un’attrazione turistica e un museo.   Nel 1984, la luce è stato riaccesa dal National Park Service per la prima volta dopo 93 anni, in occasione del 130 ° compleanno del sito. Più di 3.000 persone hanno partecipato alla celebrazione, tra cui più di 100 discendenti degli  ex guardiani del faro Robert e Maria Israele.

Adesso la lanterna viene accesa ogni sera, anche se la sua luce è notevolmente ridotta  per non confondere le navi in arrivo ed è aperta al pubblico una volta all’anno, il 15 Novembre, giorno del suo anniversario.    Solo durante la seconda mondiale il faro è stato chiuso : dipinto di verde  serviva come punto di segnalazione per le navi della Marina.

Nel frattempo, nel 1891, alla base della collina era stato costruito il nuovo faro che venne chiamato New Point Loma.   Questo non è un faro con molta storia, sembra costruito in fretta, più per la funzionalità che per l’estetica, si tratta infatti di una torre in cemento bianca, alta 21 metri,  circondata da un traliccio metallico, in  cima alla quale si trova un’alta lanterna dipinta di nero.  Questo è l’unico faro a traliccio esistente sulla costa occidentale degli Stati Uniti e questo tipo di farti, circondati da un traliccio, hanno in America uno strano nome “spider lighthouse” (faro del ragno raffigurando in quei tralicci la tela di un ragno) .   A fianco si trovano le case per il guardiano ed i suoi assistenti, due costruzioni vittoriane a due piani che oggi ospitano la Guardia Costiera e che una volta sono state usate come set per alcune scene del film “Top Gun”.  

Nella lanterna avrebbero dovuto essere installate delle lenti di Fresnel ordinate appositamente in Francia a Henri la Paute, che dovevano avere le stesse caratteristiche di quelle del vecchio faro, ma il costruttore era così fiero del suo lavoro che le presentò prima a una mostra a Parigi dove vinse una medaglia d’oro poi, in seguito, furono anche portate alla Fiera di Chicago, dove vinsero un altro premio. A causa di questi ritardi alla fine nel faro vennero installate altre lenti e fu acceso il 23 Marzo 1891, lo stesso giorno in cui veniva spento il vecchio  faro di Point Loma.

Il primo guardiano del faro fu Robert Israel che aveva già servito per vent’anni nel vecchio faro, ma che  lasciò il servizio dopo appena un anno e venne sostituito da George Brennan, che vi rimase per dieci anni. La lanterna è stata automatizzata  nel 1973. Nel febbraio 2013, la luce che era stato in uso dal 1999, è stato sostituita con un apparato LED che riduce i costi del faro, la sua manutenzione ed è più luminoso della luce precedente.

Recentemente il faro è anche stato restaurato e completamente riverniciato

Il faro è funzionante, ma non  è aperto al pubblico, si può visitare solo il terreno circostante da dove è facile avvistare le balene grigie che si avvicinano a quel tratto di  costa durante la loro migrazione invernale.

 

Share this post: