UNA LUCE NEL BUIO

UNA LUCE NEL BUIO

| Una luce nel buio

IL FARO DI CAPE BYRON

NUOVA GALLES DEL SUD  – AUSTRALIA

di Annamaria “Lilla” Mariotti

Lat. 28° 38’ Sud    Long 153° 38’ Est

 

 

Sulla costa orientale della Nuova Galles del Sud, in Australia, si trova una ridente cittadina turistica, Byron Bay, meta di vacanze per Australiani, ma anche per turisti da ogni parte del mondo, 800 chilometri a Nord di Sydney e 175 a Sud di Brisbane.

Sul lato est della città si trova un piccolo promontorio, Cape Byron, il punto più ad Est del Continente Australiano, che si dimostrò una località ideale per la costruzione di un faro.

L’Australia, tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900, stava diventando sempre più importante anno dopo anno e, secondo le parole dell’allora Governatore del Nuovo Galles del Sud, John See, “Il Governo aveva fatto quanto altri nel mondo per rendere le coste più sicure possibile perché era necessario mantenere la via aperta”   Si racconta che sia stato il capitano Cook a chiamare quella zona  Cape Byron in onore di John Byron, nonno del celebre poeta inglese.

Il 1° Dicembre 1901 a Cape Byron fu inaugurato un faro costruito in blocchi di cemento armato dall’architetto  Charles Harding,  nello stile del suo predecessore  James Barnet, per molti anni architetto della colonia, dove aveva costruito anche il faro di Macquire e al quale Cape Byron somiglia.  Le lenti di Fresnel di primo ordine installate nella lanterna erano state costruite dalla ditta francese Henry Lepante di Parigi, pesavano 8 tonnellate, erano formate da 760 pezzi di vetro prismatico e funzionavano con un sistema ad orologeria.  Il bruciatore concentrico a sei stoppini aveva una potenza di 145 candele.   Questo sistema è stato sostituito nel 1922 da un bruciatore a vapori di kerosene che sviluppava una potenza di 500 candele.   Nel 1956, quando il faro è stato elettrificato, la sua potenza è stata portata a 2.200 candele con una portata di 27 miglia, diventando così il faro più potente di tutta l’Australia e il meccanismo ad orologeria è stato sostituito da un motore elettrico.   Una luce rossa ausiliaria è stata installata per segnalare due pericolosi scogli a Nord Est.

Il giorno dell’inaugurazione venne preparato un grande banchetto per festeggiare l’evento e furono invitate tutte le più importanti personalità, tra le quali l’allora Governatore John See.

Il caso volle che il mal tempo e il mare in tempesta non consentissero alla nave che trasportava il Premier di arrivare in tempo.  Nonostante questo il banchetto fu tenuto ugualmente quel giorno, mentre nuovi festeggiamenti si tennero il giorno seguente all’arrivo dell’importante personaggio.

Il faro più antico dell’Australia (il Macquire) e i più potente (Cape Byron) sono molto simili nella struttura, un caseggiato bianco sormontato da un’alta torre massiccia che termina con una grande lanterna al di sopra di un terrazzino con la ringhiera di metallo, un omaggio dell’architetto che lo ha costruito al suo predecessore.

 

 

 

Share this post: